Francesca Merz

Libera professionista, consulente per la valorizzazione dei distretti turistici e culturali, da circa 15 anni mi occupo di progettazione culturale. Ho avuto modo di lavorare con grandi musei internazionali, dal Palazzo delle Esposizioni di Roma, al Musée du Luxembourg di Parigi, dal Maritime Museum di Sidney all’Hong Kong Museum of History.
Dopo anni da dipendente, circa dieci anni fa, ho iniziato la mia carriera da libera professionista, con consulenze e incarichi di vario genere che mi hanno portato alla gestione degli eventi di luoghi stupendi come il Museo di Casa Martelli, a Firenze, la Villa Medicea di Cerreto Guidi e quella di Poggio a Caiano, fino all’incarico per conto di GAMM, Giunti Arte Mostre e Musei, come project manager di riferimento per la gestione di Palazzo Blu a Pisa, negli anni delle mostre di Chagall, Kandinsky, Mirò.
Dopo questi primi anni dedicati in maniera specifica alla progettazione e gestione di grandi eventi culturali nel settore artistico, e proprio grazie all’esperienza pisana, ho iniziato a comprendere la forte disconnessione che molti degli eventi che organizzavo avevano rispetto al territorio di riferimento, ho quindi fondato una mia associazione culturale, che si chiama fund4art il cui intento è stato, dal 2012, occuparsi proprio di questo, ovvero di riuscire a creare, tramite laboratori di cittadinanza, formazione, ricerca sociale e progetti in collaborazione con diversi stake holders territoriali, una connessione forte tra gli eventi, spesso eccessivamente calati dall’alto, e il tessuto ospitante. Forte di questa competenza e dei rapporti creati ho col tempo capito come tutti questi contenuti potessero essere trasmessi anche al mondo dell’impresa, nel tentativo di creare vasi comunicanti tra mondi che troppo spesso si conoscono solo marginalmente, da qui nasce questo progetto.